I graffiti policromi di Giulio Tamburrini


La tecnica di questo tipo di graffito consiste nel sovrapporre più strati di colore a olio, tanti quanti ne occorrono all'economia del lavoro.

Sull'ultimo strato viene versata e fissata una polvere colorata, più scura di tutti i colori sottostanti. Questa polvere viene sparsa su tutta la superficie del quadro in mode omogeneo.

Con lo sgarzino, o una punta d'acciaio comincio a "graffire"e, a seconda della pressione esercitata, scopro il colore voluto nel punto richiesto per un disegno prestabilito. I1 disegno è solo abbozzato mentre i partico1ari vengono creati man mano che si precede.

Ho studiato e portato a perfezione questa tecnica con un apporto originalissimo durante tutta la mia carriera. So che è unica al mondo nel suo genere e l'ho studiata apposta perché è la base naturale su cui innesto la mia tematica artistica.

IL GRAFFIT0
Imprigionare la luce
per centellinarne i raggi
e nell'atto di erompere
investirli di verità
dalle risonanze storiche.
Messaggi provenienti dal di la
della patina scura
a dirci di un mondo migliore,
come un invito fatto di luce
a scavalcare il fossato
dell'incultura e della morte.

Giulio Tamburrini


::SLMEDIA:NET::